La collezione di Elsa De Giorgi: piccoli gioielli dell'arte del Novecento

La collezione di Elsa De Giorgi: piccoli gioielli dell'arte del Novecento

La Torre dei Templari, nel cuore del centro storico, ospita dal 2007 una piccola collezione appartenuta all’attrice Elsa De Giorgi, donata alla sua morte al Comune di San Felice Circeo.

La De Giorgi fu un personaggio dal singolare fascino, in cui la particolare avvenenza fisica si coniugava con una mente brillante ed eclettica. Ebbe numerosi talenti, che la condussero a sperimentare e a diventare attrice, regista, scenografa, scrittrice, poetessa; si cimentò anche nella scultura e nelle arti figurative in genere.

Fu grande amica di Anna Magnani, con cui trascorreva molto tempo e fu molto amata dallo scrittore Italo Calvino, di cui fu amante in segreto (in quel tempo lei era sposata con l’illustre conte Sandro Contini-Bonaccossi), nonostante la differenza di età che li divideva. Un appassionato epistolario testimonia la passione tra i due, che costituì nuova linfa per la creatività dello scrittore e fu “cantata” da Elsa De Giorgi nel suo romanzo “Ho visto partire il suo treno”.

Image

Elsa De Giorgi era molto legata a San Felice Circeo, dove trascorreva lunghi periodi dell’anno nella sua Villa di Quarto Caldo, circondandosi di amici, che spesso erano personalità di rilievo del mondo della cultura e del cinema.

Come avveniva nella sua casa romana, anche a San Felice le serate in compagnia finivano per divenire autentici salotti culturali, dove intelletti brillanti come Alberto Moravia, Pierpaolo Pasolini, Carlo Levi e molti altri dibattevano e si confrontavano.

La collezione donata al Comune di San Felice Circeo è testimonianza della sua esistenza piena e culturalmente attiva, nonché degli elevati contatti umani che vi coltivò. Libri, dipinti, sculture e oggetti appartenuti all’attrice sono divenuti parte di una piccola mostra che ha voluto ricreare l’ambiente di un salotto, quello stesso salotto che Elsa De Giorgi apriva all’elite culturale romana del suo tempo.

Nella piccola raccolta troviamo traccia di Federico Fellini, Natalia Ginzburg, opere di Renato Guttuso, Carlo Levi, Mino Maccari, piccoli gioielli che ci restituiscono pezzi di vita segreta di uno dei personaggi italiani più affascinanti del ventesimo secolo.

La collezione é visitabile solo con accompagnamento di una guida.

PER INFO CONTATTARE LA PRO LOCO DI SAN FELICE CIRCEO O CONSULTARE LA SEZIONE “TOUR GUIDATI”:

  • 0773/547770329.9166914
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.