L’azienda apistica Stefano Maiero di Borgo Montenero ottiene un ambito riconoscimento per il suo miele di eucalipto

L’azienda apistica Stefano Maiero di Borgo Montenero ottiene un ambito riconoscimento per il suo miele di eucalipto

Il miele di eucalipto, noto come una delle eccellenze del territorio pontino, continua a confermare la sua bontà e il suo pregio, ma questa volta il riconoscimento non arriva dall’apprezzamento dei suoi consumatori, bensì dal parere di un team di esperti, chiamati a giudicare mieli provenienti da tutta Italia.

 

. Si è conclusa il 20 settembre la quarantesima edizione del concorso “Tre Gocce d’oro- grandi mieli d’Italia”, indetta dall’Osservatorio Nazionale Miele con l’intento di selezionare i migliori mieli sul territorio italiano, che ha visto la partecipazione di 427 apicoltori italiani, per un totale di ben 1222 prodotti, un record assoluto nonostante l’annata difficile. Diciotto giurie costituite da 66 esperti in analisi sensoriale del miele, i cosiddetti “sommelier del miele”, iscritti ad un apposito albo, hanno emesso il loro verdetto, effettuando una scrupolosa selezione tra i numerosissimi prodotti presentati, tra i quali il miele di eucalipto di un apicoltore di Borgo Montenero, Stefano Maiero, ha ricevuto il riconoscimento “una goccia d’oro”. Si ritiene molto sodisfatto il produttore locale, auspicando una brillante ripresa del settore, soprattutto in seguito alla battuta di arresto che aveva subito per la diffusione del parassita psilla lerp che aveva devastato gli eucalipti pontini, mandando in sofferenza gli alberi e di conseguenza l’apicoltura.