Inaugurata l'esposizione dei rinvenimenti archeologici subacquei di San Felice Circeo

Previous Next

Lunedì 17 Agosto, alla presenza del Vicesindaco Luigi Di Somma e del delegato alla Cultura del Comune di San Felice Circeo, Angelo Guattari, è stata inauguarata presso il centro storico l'Esposizione "Le Rotte di Circe: rinvenimenti acrcheologici subacquei".

In un piccolo locale nei pressi di Piazza Vittorio Veneto sono stati raccolti i reperti subacquei riemersi dalle acque del Circeo, corredati da relativi pannelli illustrativi, che forniscono all'avventore preziose informazioni su quanto ha modo di ammirare. Anfore romane ancora sigillate, un'ancora fenicia ed altri pregevoli reperti stanno delineando, come affermato da Angelo Guattari, una storia di San Felice Circeo raccontata da un punto di vista inedito: quello del mare.

Ha preso parte all'inaugurazione il giornalista e responsabile nazionale della NADD Underwater Archeology Division Umberto Natoli, che da cinque anni indaga i fondali marini di San Felice Circeo, portando alla luce non di rado antichità di grande pregio. Quest'ultimo sarà l'animatore di passeggiate tematiche organizzate dall'Associazione Pro Loco di San Felice Circeo nel borgo antico alla scoperta dell'appassioante mondo dell'archeologia subacquea.