1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Ultimo Aggiornamento:
General update: 16-08-2017

Stay Connected:

FacebookTwitterYoutube
San Felice Circeo 2016: un mare da bandiera blu

San Felice Circeo 2016: un mare da bandiera blu

Anche per l'anno 2016 il comune di San Felice Circeo ha ottenuto la bandiera blu, riconoscimento conferito alle località costiere per la pulizia delle acque di balneazione e delle spiagge e la quali...

Leggi tutto...

PARCHEGGIO SOSTA A PAGAMENTO 2017

Si informa che da VENERDì 14 LUGLIO 2017 nel Comune di San Felice Circeo partirà la sosta a pagamento per i parcheggi e verranno rilasciati da lunedì 10 luglio 2017 presso: 

- l'UFFICIO TUR...

Leggi tutto...

CALENDARIO ATTIVITA' GUIDATE

CALENDARIO ATTIVITA' GUIDATE

Ecco per voi un ricco programma di attività guidate. Scaricabile in ottima qualità cliccando qui e Leggi tutto...

Previous
Next
  • San Felice Circeo 2016: un mare da bandiera blu

    San Felice Circeo 2016: un mare da bandiera blu

  • BANDO PER LA CREAZIONE DEL LOGO CONSORZIO DELLE PRO LOCO

    BANDO PER LA CREAZIONE DEL LOGO CONSORZIO DELLE

  • UNA PRIMAVERA ALL'INSEGNA DELLA CULTURA 2017

    UNA PRIMAVERA ALL'INSEGNA DELLA CULTURA 2017

  • PARCHEGGIO SOSTA A PAGAMENTO 2017

  • CALENDARIO ATTIVITA' GUIDATE

    CALENDARIO ATTIVITA' GUIDATE

Notizie Consigliate

Messaggio
  • Cookie Normativa EU e-Privacy

    Questo sito usa i cookies per la registrazione utenti, navigazione, statistiche e altre funzioni. Navigando all'interno del sito, accettate l'utilizzo dei cookies sul vostro dispositivo e la registrazione dei dati.

    Leggi la normativa

PASTA CON FRUTTI DI MARE E ZAFFERANO

PP   PASTA CON FRUTTI DI MARE E ZAFFERANO

 

 INGREDIENTI (per 4 persone)

 

 280 g di malloreddus sardi (o altra pasta)

 

 300 g di frutti di mare freschi

 

 2 cucchiai di panna

 

 2 cucchiai di polpa di pomodoro

 

 alcune olive nere tagliate a rondelle

 

 20-25 stimmi di zafferano

 

 1/2 bicchiere di vino bianco

 

 Sale, aglio

 

 olio extravergine d'oliva

 

 

 

PROCEDIMENTO

 

Mettere in infusione gli stimmi di zafferano in un po’ di acqua calda per almeno 2 ore. Bollire la pasta in acqua salata. In un tegame far soffriggere l'aglio in un po' d'olio. Quando si sarà imbiondito toglierlo e aggiungere i frutti di mare (un mix tra gamberetti, totano, vongole e merluzzo), la polpa di pomodoro e le olive . Far cuocere per circa 5 minuti, spruzzare con il vino bianco e far evaporare. Aggiungere la panna e lo zafferano e amalgamare bene. Togliere la pasta al dente e saltarla in padella insieme al condimento amalgamando bene il tutto. Servire caldo.

 

 

 

 

 

Ricetta proposta da "Inguacchiando&Inciarmando"

Crediti: Zafferano del Circeo

 

ZUCCHINE ALLA SANFELICIANA

 

Zucchine 

 

Oggi vi proponiamo una ricetta classica sanfeliciana:“i cucuzzije a iu tiest” rivisitata in versione light, per omaggiare le nostre nonne che erano solite prepararla. Le ricordiamo amorevolmente con questo ricco piatto che rievoca la tradizione, i pranzi domenicali e festivi, e i profumi della cucina mediterranea, sperando che continui a essere tramandato e riproposto nei vostri menù estivi.

 

 

 

INGREDIENTI:

  • Zucchine
  • Farina
  • Prezzemolo
  • Pangrattato
  • Olio di oliva
  • Pepe nero
  • Sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Si lavano bene le zucchine e si tagliano a rondelle molto sottili con una mandolina, si pongono per un paio d’ore sotto sale in uno scolapasta in modo che perdano l’acqua di vegetazione. Si dispongono in una teglia (in sanfeliciano “tiest”), si condiscono con farina, prezzemolo, olio, pepe e sale, e si cospargono con il pangrattato*.

Si preriscalda il forno a 180° e si lasciano cuocere per circa 20-30 minuti fino a che la superficie gratinata non diventi bella croccante.

 

 

*Come fare il pangrattato in casa

Si prende del pane raffermo e si trita finemente con il tritatutto. Può essere conservato all’interno di un barattolo di vetro o un sacchetto di plastica ben chiuso e consumato entro poco tempo.

VISCOTTA SANFELICIANA

Il pranzo di Pasqua è una vera tradizione per l'Italia, non c'è regione che non festeggi anche a tavola, attraverso ricette tipiche legate alla ricorrenza. Per l'occasione, vi proponiamo la Viscotta dolce di origine Sanfeliciana, ottimo per soddisfare il proprio palato e per viaggiare indietro nel tempo. 

INGREDIENTI: 

- 16 UOVA

- 1500 gr. di ZUCCHERO

- Un bicchiere di OLIO

- Mezzo bicchiere di LIQUORE 

- SEMI di ANICE 

 - Un LIMONE GRATTUGIATO

- 100 gr. di LIEVITO DI BIRRA

- 3.500 kg. di FARINA setacciata

- Un pizzico di sale

VISCOTTA

 

PREPARAZIONE: 

1- Preparazione del lievito: amalgamare 1.500 gr. farina con il lievito di birra sciolto precedentemente in acqua calda, ottenere un'impasto morbido e lasciarlo riposare per un oretta circa finchè non raddoppia di volume. 

2- Successivamente montare le uova con lo zucchero finchè il composto non diventi spumoso, aggiungere gli altri ingredienti, mescolare e unire il tutto con il lievito preparato in precedenza e lievitato (1). Aggiungere la restante farina ed amalgare bene per ottenere un impasto durevole. Umidificate le mani con l'olio prendete l'impasto e riponetelo in un grosso recipiente, lasciatelo riposare per tutta la notte. La mattina seguente, dividetelo in filoni a vostro piacere, porli su della carta da forno e lasciateli lievitare nuovamente finchè non raggiungono il doppio del volume. Cuocere in forno a 170° per 30 minuti circa. 

Il dolce è servito. 

CALAMARATA ALLO ZAFFERANO

La calamarata è un primo piatto tipico della tradizione partenopeo a base di calamari, preparato con un originale formato di pasta che richiama la forma degli anelli di calamaro. Pochi ma ottimi ingredienti, una buona pasta e l’aggiunta dello zafferano del Circeo per dare alla pietanza un sapore unico.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

360 g di pasta calamarata 

600 g. di calamari

300 gr. di pomodori pachino

1 bicchiere di vino bianco secco

1 spicchio d’ aglio

20-24 stimmi di Zafferano del Circeo

prezzemolo tritato 

olio extravergine di oliva

sale q.b.

 

PROCEDIMENTO 

In una grande padella mettere un po’ di olio extravergine di oliva, l'aglio spellato. Dopo aver fatto dorare l’aglio a fiamma media, toglierlo e unire i calamari, puliti e tagliati a rondelle lasciando che prendano colore. Aggiungere il vino bianco e fate sfumare bene. Salate q.b. e aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà. Lasciate cuocere il tutto a fiamma moderata. In una casseruola lessate in abbondante acqua bollente la pasta e scolatela al dente. Unite la pasta ai calamari e infine aggiungete lo zafferano, precedentemente polverizzato e lasciato in infusione in mezzo bicchiere di acqua calda per circa 20 minuti. Fate saltare a fuoco moderato mescolando accuratamente per far assorbire alla pasta tutti i sapori. Servite con una spolverata di prezzemolo.

 

Come si usa lo zafferano in stimmi:

Dosi: 5/7  stimmi di zafferano a persona.

Uso per infusione: mettere gli stimmi necessari in un po' di acqua calda o brodo caldo e lasciarli in infusione per almeno 2 ore. Così facendo, gli stimmi rilasceranno tutto il loro bouquet di aromi. L’infuso così ottenuto, carico di tutte le proprietà organolettiche della spezia, va aggiunto alla pietanza poco prima del fine cottura .

Uso per polverizzazione: per velocizzare il processo di infusione gli stimmi si posso polverizzare prima dell’uso. Per farlo porre la quantità necessaria di prodotto in mezzo ad un foglietto di carta forno e mettere in forno a bassa temperatura (40 - 60 °C) per pochi minuti, ossia quel tanto che basta per essiccare maggiormente gli stimmi e renderli friabili. A questo punto possiamo facilmente ridurli in polvere schiacciandoli con un cucchiaio o con la punta di un coltello. Mettere la polvere cosi ottenuta in un po' di acqua o brodo caldo e lasciare in infusione per almeno 20 minuti. Come sopra, l’infuso così ottenuto va aggiunto pochi minuti prima del fine cottura della pietanza.

 

Crediti: www.zafferanodelcirceo.it 

 

 

 

Ricetta Risotto Mimosa

riso-uova-asparagiPer la Festa della Donna anche il risotto diventa mimosa. Il giallo è dato dal tuorlo delle uova e il verde dagli asparagi, ingredienti fondamentali di questa pietanza. Un piatto facile da realizizzare e riproporre sulle vostre tavole tutto l'anno. 

Ingredienti Necessari: 

  • 4 Uova Sode
  • 1/2 Kg di Asparagi
  • 350 gr di Riso
  • Brodo Vetale 
  • 1 Noce di Burro
  • 4 gr di Parmiggiano Reggiano
  • 1 Scalogno
  • 150 gr di Stracchino
  • 2 Bicchieri di Vino Bianco Secco
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe 

 

Preparazione: 

  • Spellate e tritate finemente lo scalogno; fatelo soffriggere con poco meno di mezzo bicchiere di olio di oliva in un tegame abbastanza grande.
  • Fate cuocere per una decina di minuti gli asparagi in acqua bollente appena salata.
  • Scolate gli asparagi e tagliate le punte, mettendole da parte.
  • Eliminate la parte dura e frullate quella morbida.
  • Mettete il riso nel tegame con lo scalogno, fatelo tostare, poi irrorate con il vino bianco.
  • Fate evaporare, quindi unite la crema di asparagi e bagnate con il brodo vegetale via via che il risotto si asciuga.
  • Quando manca pochissimo alla fine della cottura unite lo stracchino, mescolate bene, poi togliete la pentola dal fuoco e mantecate il risotto con la noce di burro e parmigiano.
  • Regolate di sale e pepe, poi disponete il riso nel piatto da portata.

Decorate con il tuorlo dell'uovo sbriciolato e le punte degli asparagi, ricreando dei rametti di mimosa. 

Crediti: buttalapasta.it

Le più Popolari

Bandiera Blu al Circeo. La riconferma…

Category: Le Popolari

Bandiera Blu al Circeo. La riconferma Hits: 2841

Anche quest'anno viene riconfermata la bandiera blu a San Felice Circeo. Un impo…

Leggi tutto...

BANDIERA BLU 2016…

Category: Le Popolari

BANDIERA BLU 2016 Hits: 689

Istituita nel 1987, anno europeo per l'ambiente, la campagna è curata in tutti g…

Leggi tutto...

Mercati Finanziari

Chi è on-line?

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

Accesso Utenti

Mailing List

Ultimi Video

Mostra Anna Magnani per il centenario della nascita.

Nel caso vi siano sfuggite...