1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Ultimo Aggiornamento:
General update: 07-12-2017

Stay Connected:

FacebookTwitterYoutube
Messaggio
  • Cookie Normativa EU e-Privacy

    Questo sito usa i cookies per la registrazione utenti, navigazione, statistiche e altre funzioni. Navigando all'interno del sito, accettate l'utilizzo dei cookies sul vostro dispositivo e la registrazione dei dati.

    Leggi la normativa

Il Parco Nazionale

II Parco Nazionale del Circeo viene istituito nel 1934 (L. 285/1934) “allo scopo di conservare, tutelare e valorizzare il patrimonio naturalistico e per la promozione e lo sviluppo del turismo e delle attività compatibili”.

Era l’epoca dei grandi interventi di bonifica delle paludi pontine che spesso comportarono il taglio della antichissima Selva di Terracina al fine di creare estese aree agricole da affidare, attraverso un sistema di poderi, ai coloni dell’agro.

Il Parco Nazionale del Circeo, un piccolo scrigno di 8.917 ettari, nacque per tutelare non una singola specie, ma un ricco e differenziato mosaico di ambienti.
La sua istituzione evitò così il totale disboscamento della Selva di cui, una piccola porzione, risparmiata dal taglio costituì, insieme al Lago di Sabaudia, alla Duna Litoranea ed al Promontorio del Circeo, la prima configurazione del Parco.

Nel 1975 venne decretato un ampliamento con l'inclusione dei laghi costieri di Fogliano, Monaci e Caprolace, che insieme costituiscono uno dei più importanti ambienti umidi costieri d’Italia. Dal 1979 il Parco del Circeo comprende anche una parte insulare, la meravigliosa e incontaminata isola di Zannone.
Il Parco Nazionale del Circeo è un territorio dove si incontrano ambienti molto diversi tra loro ma ognuno necessario alla sopravvivenza dell’altro: le Dune, che corrono lungo tutto il tratto costiero proteggendo l’entroterra, la Selva, con le sue innumerevoli specie vegetali che possono così proliferare al riparo dei venti carichi di salsedine, le zone umide, rifugio di innumerevoli uccelli migratori, il meraviglioso Promontorio, popolato dai rapaci fin da tempi antichissimi, e infine la selvaggia Isola di Zannone nell’Arcipelago Pontino.

Il Parco e le strutture per i visitatori sono visitabili gratuitamente. Il Centro Visitatori, a Sabaudia, è formato da diverse strutture: il Museo, l’Ufficio informazioni (0773511385), la Biblioteca naturalistica, una Sala Audiovisivi, un Auditorium e infine aree pic-nic attrezzate.
Altri poli di accoglienza del Parco si trovano in aree dislocate. Presso il Borgo di Villa Fogliano, un insieme di edifici risalenti al settecento, abbiamo il Laboratorio di educazione ambientale sulle zone umide, il Museo Ornitologico (tel. 0773208072), il Sentiero natura nel giardino botanico della Villa, visitabile con guida (tel. 0773511385).

In località Cerasella, nel cuore del bosco di Circe, si trova il recinto faunistico, nel quale è possibile vedere da vicino i mammiferi caratteristici della fauna del Parco e sempre nella Selva, in località Lestra Cocuzza –raggiungibile dagli accessi lungo la S.S. 148, la S.S. P.P. Litoranea e la Migliara 47 e 54- è situato il Centro documentazione sulla Sanità e l’Istruzione nella Palude Pontina.

DIREZIONE: via Carlo Alberto 104/107, Sabaudia, tel. 0773512240 fax. 0773512241 - Sito Web: www.parks.it/parco.nazionale.circeo

CORPO FORESTALE: Ufficio Territoriale BiodiversitĂ  di Fogliano (UTB) Sabaudia, tel. 0773511385 fax. 0773511030

Chi è on-line?

Abbiamo 48 visitatori e nessun utente online

Accesso Utenti