1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Ultimo Aggiornamento:
General update: 17-02-2017

Stay Connected:

FacebookTwitterYoutube
Messaggio
  • Cookie Normativa EU e-Privacy

    Questo sito usa i cookies per la registrazione utenti, navigazione, statistiche e altre funzioni. Navigando all'interno del sito, accettate l'utilizzo dei cookies sul vostro dispositivo e la registrazione dei dati.

    Leggi la normativa

Il Centro Storico

Il Centro Storico di San Felice sorge sulle vestigia dell’antico abitato romano di Circeii, che a sua volta fu fondato nel 393 a.C. sul preesistente abitato Volsco.
Il Centro Storico conserva nella suo impianto le vestigia dei differenti momenti storici che, in modo indiretto, documentano e testimoniano lo stratificarsi del tempo e l’avvicendamento delle differenti epoche storiche vissute dalla città.

Il suo perimetro è tracciato infatti dalle mura poligonali o ciclopiche risalenti alla fine del IV sec. a.C., al suo interno sopravvivono murature databili all’ultima età repubblicana, seguono poi le testimonianze medievali, rappresentate dalla Torre dei Templari e dalle mura di piazzale San Francesco, e quelle dell’epoca moderna, ben rappresentate dal bel palazzo del comune o palazzo Caetani, degli inizi del XVI secolo.

Il Centro Storico è raggiungibile da via Roma, da cui si accede ai due ingressi principali: uno è l’arco presso il Belvedere, che conduce a piazza Vittorio Veneto, mentre il secondo è l’arco che da piazzale San Francesco immette verso piazza Lanzuisi o piazza del comune. Piazza Vittorio Veneto è il centro della vita del Centro Storico, sia in estate che in inverno. La sua cornice, descritta da caratteristici negozi, bar e locali che contribuiscono ad animare le notti del Paese -soprattutto durante la stagione calda-, è dominata dalla mole della Torre dei Templari, il monumento più caratteristico del Paese.

Da Piazza Vittorio Veneto ha inizio Corso Vittorio Emanuele, la strada principale del Centro Storico, sulla quale si affacciano incantevoli negozi e botteghe caratteristiche. Il Corso termina su piazza Guglielmo Marconi, dominata dal bellissimo Belvedere dal quale si può ammirare il litorale del Circeo verso il golfo di Terracina e Gaeta.
Il Paese è reso unico da incantevoli scorci che quasi si celano agli occhi dei più curiosi tra gli stretti vicoli medievali. Primo tra tutti il piccolo slargo della piazza del Convento, alle spalle della Torre dei Templari, di forma quadrata e delimitato da arcate che testimoniano ancora oggi la sua antica fisionomia e destinazione d’uso, atrio centrale sul quale si affacciavano le stanze del complesso edilizio fondato e vissuto dai Templari nella seconda metà del XIII secolo.

Incantevole è anche la stradina che, a sinistra del Belvedere di piazza Marconi, porta all’Antica Porta, accesso principale della città di Circeii in epoca romana. La porta fu ristrutturata e rinforzata dai monaci Templari, come si evince dalla sua struttura, ad arco ogivale, dal chiaro sapore gotico che richiama il linguaggio architettonico della vicina abbazia di Fossanova.
Dalla scalinata dell’Antica Porta è possibile godere, da una diversa prospettiva, della vista sul Golfo di Terracina e soprattutto, nei giorni dedicati alle due festività religiose che segnano l’estate sanfeliciana -San Felice “Ranne”, il 29 luglio, e San Rocco, il 16 agosto-, è possibile da qui godere dei fuochi d’artificio che dal Lungomare salutano la fine delle due ricorrenze.

Chi è on-line?

Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

Accesso Utenti